The Golden Age: Elisabetta I, regina d'Inghilterra a cura di Anna Campanini

Novara - Archivio di Stato - Sala Giusepe Amelio - Corso Cavallotti - FAI - Delegazione novarese

Venerdì 13 maggio ore 17.00 - Categoria 1 (es. promozione della cultura)

Una grande regina, una grande donna, un'umanista piena di interessi, non solo politici e perciò attinenti al suo ruolo di sovrana, ma letterari, linguistici, artistici e scientifici: donna del Rinascimento nel senso più lato del significato. Personalità affascinante e contraddittoria, immersa in una cultura appannaggio degli uomini, da cui i tempi escludevano le donne...... Fin dall'età giovanile ebbe profondità, giudizio e spirito unito ad una grazia particolare. La sua anima era scevra da ogni leggerezza connaturale al suo sesso e dotata di capacità di lavoro tipicamente maschile; rapida e pronta nell'apprendere, era dotata di una eccellente memoria. Parlava il francese e l'italiano come l'inglese, il latino con facilità e correttezza. Era sufficientemente colta in greco ed aveva grande e squisita conoscenza della musica. Fu partecipe di eventi straordinari e diede alla nazione un'impronta destinata a durare nei secoli; così brillante e straordinaria da imprimere il suo nome ad un'epoca: l'epoca "Elisabettiana".