19 marzo 2016 - La vittoria dei Vinti a cura di Maria Adele Garavaglia

Gli storici si dicono convinti che la sconfitta di Novara del 23 marzo 1849, subita dal Regno di Sardegna ad opera dell'esercito asburgico, abbia innescato le strategie che condussero alla successiva vittoriosa seconda Guerra d'Indipendenza degli anni 1859-1860. Fu quella una battaglia per molti aspetti vittoriosa se se ne prende in considerazione l'esito. Tuttavia i Novaresi, che ebbero a subirne le dirette conseguenze, la vissero in maniera drammatica, come testimoniano le numerose attestazioni documentali dell'epoca, custodite all'Archivo di Stato di Novara.Tra queste si distingue, la minuziosa precisione, quella di Don Antonio Montalenti parroco al Torrione Quartara. Il mite sacerdote patì in prima persona il dramma dei bombardamenti e delle incursioni delle milizie Austriache, Ungheresi, Croate e non ultime.....piemontesi. Il suo è un racconto ricco di pathos, a tratti anche ironico, volto a denunciare le sofferenze degli umili, ma soprattutto ad affermare il trionfo dell'umana solidarietà. Le vicissitudini del coraggioso parroco, interpretato dall'attore Nino Castelnuovo sono state ricostruite dal regista novarese Vanni Vallino nel film "La vittoria dei vinti", prodotto da Immagine nel 1992, dal quale saranno tratte alcune sequenze mostrate nel corso della conferenza.